Abbandonarsi

La via dell’abbandono alla Persona Suprema è descritta con precisione. La prima

condizione è quella di non lasciarsi prendere dall’orgoglio. Infatti, l’essere condizionato ha

molta difficoltà ad abbandonarsi al Signore Supremo a causa del suo orgoglio, che gli fa credere

di essere il padrone della natura materiale. Coltivando la conoscenza spirituale, l’uomo deve

imparare che la natura materiale non è sotto il suo controllo, ma sotto il controllo di Dio, la

Persona Suprema. Soltanto chi è libero dall’illusione generata dall’orgoglio può incamminarsi

sulla via dell’abbandono al Signore Supremo. Non è possibile, infatti, abbandonarsi a Dio

quando si ricerca, in questo mondo, l’ammirazione degli uomini. L’orgoglio nasce dall’illusione,

poiché sebbene l’uomo venga in questo mondo per rimanervi solo un tempo molto breve, è così

stupido da credersi padrone del mondo. Così complica le cose e va incontro a una difficoltà dopo

l’altra. Il mondo intero è mosso da questo desiderio di dominare, che è presente in tutti gli esseri.

Nell’illusione di essere il proprietario del suolo terrestre, l’uomo ha diviso tutto il pianeta, ma se

si libera da questa sensazione ingannevole che il mondo è di sua proprietà, allora sarà libero

anche da tutte le false relazioni, nate dall’affetto per la famiglia, la società e la nazione. Queste

false relazioni lo legano al mondo materiale. Superato questo stadio, dovrà coltivare la

conoscenza spirituale, che gli permetterà di conoscere ciò che gli appartiene veramente e ciò che

non gli appartiene. Poi, quando comprenderà le cose come sono, si libererà da tutte le dualità

come la felicità e la sofferenza, la gioia e il dolore, diventerà pieno di conoscenza e potrà

abbandonarsi a Dio, la Persona Suprema.

Rispondi