Coronavirus e alimentazione: dati reali e consigli pratici

dr.ssa Luciana Baroni, Geriatra, Neurologa, Nutrizionista

In epoca di pandemia, tutti si sentono titolati a spiegare come proteggersi dall’infezione e chi più ne ha più ne metta. Qui vorrei dare solo pochi consigli, semplici ma ben fondati.

Per quanto riguarda l’alimentazione, è senz’altro vero che se tutti ci nutrissimo di alimenti vegetali non scoppierebbero epidemie come questa (ma di questo aspetto parleremo in un prossimo post), tuttavia, altra cosa è sostenere con certezza che una dieta 100% vegetale sia protettiva contro il virus, una volta che l’epidemia è ormai scoppiata.

Questo perché non esistono dati di letteratura che dimostrino come, in presenza di un’infezione virale acuta, un certo tipo di dieta sia più protettiva di un’altra. Il fatto che un sano stile di vita, che includa anche una dieta vegetale, sia in grado di rinforzare il nostro sistema immunitario è noto dalla letteratura, ma ciò non significa che in questa specifica situazione faccia la differenza. Non possiamo saperlo, ma possiamo certo sperare che sia così.

Come medico e nutrizionista, che sostiene e pratica una dieta 100% vegetale, mi sento di dare alcuni consigli pratici molto semplici, regole generali che non riguardano solo la dieta e che possono aiutarti a vivere meglio, non solo adesso, ma anche una volta passata l’emergenza. Cerca di inserirle nella tua routine quotidiana.

1 – Cura l’alimentazione

Se non segui già una dieta 100% vegetale, cogli questa occasione per avvicinarti a questo stile di vita. Una dieta sana è ricca di cibi integrali, il che significa mangiare un sacco di verdura, frutta, cereali, legumi e frutta secca.

Tutti cibi ricchi di nutrienti che permettono lo sviluppo di una sana flora batterica intestinale, stimolano il sistema immunitario e ti proteggono nei confronti di quelle malattie croniche che rendono più facile all’infezione causare complicazioni anche mortali.

Ricorda anche di bere molto: acqua, tisane, kefir d’acqua. Evita bevande dolci e alcolici. L’integrazione di vitamina C che molti stanno consigliando non ha senso: la vitamina C si ricava dagli alimenti e l’integratore può essere controproducente.

2 – Fai attività fisica

Anche se siamo tutti chiusi in casa, non significa che tu debba passare la giornata davanti alla TV o al computer. Se hai il giardino, dedicati a curarlo. Se vivi in appartamento, puoi procurarti varie soluzioni, dalla cyclette, alla console Wii, alla umile corda per saltare. Oppure fai esercizi a corpo libero. Esercitati per almeno 30 minuti al giorno, perché così stimoli il tuo sistema immunitario e la funzione di cuore e polmoni. Non esagerare però: l’esercizio fisico intenso ha l’effetto contrario sul sistema immunitario.

3- Goditi aria pulita e sole

Anche se non ti è permesso uscire, il balcone, il terrazzo o il giardino ti possono permettere di esporti al sole, grande guaritore di molte infezioni in un passato in cui non avevamo a disposizione farmaci. In questo periodo, in cui i livelli di inquinamento si sono molto ridotti, potrai respirare aria pulita anche semplicemente aprendo le finestre. E non rovinarla fumando!

4 – Riposati

Un buon sonno di 8-9 ore riduce lo stress, che a sua volta indebolisce il sistema immunitario. Cerca di andare a letto entro le undici e non fare cene pesanti e attività mentale dopo cena. Potrai in questo modo addormentarti facilmente e sprofondare nei sogni.

5 – Reagisci in modo positivo

Considera questa situazione come una esperienza eccezionale, negativa, certo, ma da sfruttare per imparare a essere resiliente, cioè e a reagire in modo positivo a eventi traumatici. Inizia a valutare in modo criticamente costruttivo il tuo precedente comportamento. C’è qualcosa che potresti fare di diverso, quando sarà possibile tornare alla normalità? Davvero è “quella normalità” che vuoi ancora? C‘è forse qualcosa che vale di più?

6 – Resta in contatto con i tuoi amici

Non è difficile, ci sono il telefono e internet. Scambia pareri, confida le tue paure, racconta i tuoi progetti. In questo periodo dominato dalla lentezza e dall’attesa, potrai scoprire che essere ben disposto nei confronti di altre persone potrà aiutare anche te a essere migliore.

fonte

Rispondi