Archivi categoria: altre Math

Lezione del 27 (sera) e 28-29-30 (mattina e sera) marzo 2020 di Bhakti Aloka Tapasvi Maharaja

Bhagavad Gita capitolo 12 versi dal 10 al 14, Sri Caitanya Caritamrta (adi-lila) versi dal 41 al 52

Due gocce di nettare

Tridandisvami Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Gosvami Maharaja

Oregon, USA
30 Aprile 2001

Il nettare delle istruzioni, Upadesamrta, è stato scritto da Srila Rupa Gosvami. Caitanya Mahaprabhu ha ispirato in lui tutti i rasa, e anche il processo attraverso il quale possiamo facilmente ottenere quel rasa così elevato. Ma ricordate sempre:
harer nama harer nama harer nama eva kevalam
kalau nasteva nasteva nasteva gatir anyatha. Continua la lettura di Due gocce di nettare

Lezione del 26 marzo 2020 di Bhakti Aloka Tapasvi Maharaja “Bhagavad-Gita” capitolo 12 verso 9

Continua la lettura di Lezione del 26 marzo 2020 di Bhakti Aloka Tapasvi Maharaja “Bhagavad-Gita” capitolo 12 verso 9

Lezione del 25 marzo 2020 di Bhakti Aloka Tapasvi Maharaja, Sri Caitanya Caritamrita, Adi-lila, capitolo 10 verso 1

Continua la lettura di Lezione del 25 marzo 2020 di Bhakti Aloka Tapasvi Maharaja, Sri Caitanya Caritamrita, Adi-lila, capitolo 10 verso 1

Una vita piena di felicità e significativa sotto ogni aspetto

Śrī Śrī Guru Gaurangau Jayatah!

Śrī Keśavajī Gauḍīya Maṭha

Mathurā (U.P.)

2 febbraio 1986

Cara destinataria del mio affetto,

Le mie affettuose benedizioni per te. Sono stato sopraffatto dalla lettura della tua commovente lettera, piena di calore, e i miei occhi si sono riempiti di lacrime. L’intensità del tuo sentito dolore mi ha sciolto il cuore.

Figlia, il tuo più caro Śrī Bhagavān è sempre molto vicino, è sempre con te. I tuoi veri amici e cari non sono mai lontani da te, né potranno mai esserlo. Mai. Non essere inquieta. Ricorda sempre Śrī Yugala-kiśora-kiśorīji, che non dimenticano mai i propri cari. Nel momento in cui plasmano quella persona per fare in modo che si qualifichi per ricevere priti (amore divino) e rimuovere tutte le sue anartha, si tengono nascosti in qualche modo, facendo bruciare il devoto nel fuoco della separazione.

Fu solo con l’obiettivo di manifestare questo alto principio di amore trascendentale (prīti) che Krishna lasciò Vraja e gli abitanti di Vraja – le mucche, i vitellini, i pastorelli e le damigelle di Vraja – e andò a Mathurā e Dvārakā. Il suo cuore, tuttavia, era sempre a Vraja; non è mai andato via. Perfino Sri Uddhava, un associato molto intimo di Krishna, riuscì a comprendere solo in parte gli stati d’animo più confidenziali di questo amore trascendentale.

Per quanto mi riguarda, come posso mai dimenticarti o essere lontano da te? Ti penso sempre. Possa la mia guru-varga, così come Sri Lalitā, Sri Viśākhā, Sri Rupa Mañjari e altri, concederti la loro misericordia senza causa. Per loro misericordia, potrai immergerti negli argomenti e tematiche più segrete dello Śrīmad-Bhāgavatam – il gopī-prema e specificamente il rādhā-dāsyam – che sono estremamente rari da raggiungere anche per premī-bhakta come Śrī Nārada. Continua la lettura di Una vita piena di felicità e significativa sotto ogni aspetto

Lezione del 22 marzo 2020 di Bhakti Aloka Tapasvi Maharaja, Sri Caitanya Caritamrita, Adi-lila, capitolo 9 verso 43

Lezione del 22 marzo 2020 di Bhakti Aloka Tapasvi Maharaja “Bhagavad-Gita” capitolo 12 verso 5

La mente

“O mente peccaminosa! Tu non sei un vaisnava!

In apparenza canti il nome di Hari in una casa solitaria,

ma lo fai per raggiungere il predominio mondano;

la tua non è altro che pura ipocrisia!

Non sai che la supremazia mondana è priva di

valore, come il letame del cinghiale, e che è uno degli

splendori di màyà, l’illusione? Perché dovresti pensare,

anno dopo anno, alla ricchezza e al godimento?

Queste sono tutte cose momentanee e transitorie! Continua la lettura di La mente

Perché Krishna ha creato tutto?

Perché tutto esiste?

perché il cielo ?

perché gli alberi, la terra? perche la sofferenza,

perché tutto esiste?

potremo non capire a cosa servono nella vita!….. è semplicemente cosi. Queste cose sembrano esserci per rimanere e che dobbiamo imparare ad accettarle come la compassione di Krishna nei nostri confronti. Se ci poniamo nello stato di coscienza di accettazione, nella nostra mente rimane dello spazio per l’ammirazione e l’apprezzamento. Continua la lettura di Perché Krishna ha creato tutto?

Un vero Guru

Se non riesce a salvarmi dalle fauci della morte,

non è un vero guru

di Śrīla Bhaktisiddhānta Sarasvatī Ṭhākura Prabhupāda

È nostro dovere determinare chi è guru e chi non ha conseguenze ( laghu ). Solo lui è un guru che serve quell’entità sostanziale completa – l’unico oggetto di culto per tutte le persone di qualsiasi conseguenza ( guru ). Non sto parlando di quei guru che insegnano al sitar o all’arte del wrestling. Tali guru non possono salvarci dalla morte. Troviamo in uno degli ślokas del Bhagavatam: “Quel guru non è un guru , quel padre non è un padre, quella madre non è una madre, che devatā (semidio) non è devatāe quel parente non è un parente, che non può salvarci dalle fauci della morte, che non può darci la vita eterna, che non può salvarci dall’ignoranza della nostra mortalità, che assume la forma di dipendenza da questo mondo materiale. ” Continua la lettura di Un vero Guru