« Come ogni materia, anche quella del nostro corpo fisico è sottomessa al tempo, e si logora. È ciò che si chiama “invecchiare”, e tutti invecchiamo, il che non è certo divertente. Ma noi non siamo unicamente un corpo fisico, e se l’usura del corpo rientra nell’ordine naturale delle cose, interiormente nulla ci obbliga a invecchiare con esso. Perciò, invece di rattristarsi constatando le manifestazioni fisiche dell’età, gli esseri umani dovrebbero preoccuparsi di coltivare ciò che li manterrà sempre giovani e vivi: il loro cuore.
È il loro cuore, è la loro capacità di amare – e non il loro corpo – che rende gli esseri umani giovani o vecchi, e se il loro cuore invecchia, è perché essi glielo permettono. Come? Perdendo il loro amore per gli esseri e per le cose, perdendo la loro curiosità, il loro interesse per la vita che è lì, intorno a loro, la vita dell’universo, così ricca e abbondante. Ma se si sforzano di sentire quella vita, se cercano di parteciparvi e di introdurla in se stessi, non invecchieranno. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.