« I fenomeni del mondo fisico che siamo in grado di osservare non sono sufficienti a farci capire che cos’è la vita, poiché ne rappresentano solo una parte, un aspetto. Eppure, essendo gli unici direttamente accessibili ai nostri cinque sensi, è a loro che dobbiamo ricorrere per pensare a realtà più sottili, più vaste, più universali.
Tutte le tradizioni spirituali hanno fatto della montagna, dell’albero e del fiume dei simboli particolarmente ricchi e significativi. Come mai? Perché da tempo immemorabile, gli esseri umani hanno saputo vedervi una rappresentazione della vita cosmica. La montagna, l’albero e il fiume mettono in relazione il mondo in basso con il mondo in alto. Ma mentre la montagna e l’albero si elevano verso l’alto, il fiume – la cui sorgente è nella montagna – scende e finisce per raggiungere il mare, simbolo delle profondità. Tutta la vita sulla terra viene dal mare e un giorno tornerà al mare. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.