« Ricevere il fuoco divino è il fine ultimo dell’Iniziazione. Chi ha ricevuto quel fuoco non può desiderare nulla di più. Ma quanto tempo e lavoro sono necessari prima che quel fuoco accetti di scendere! Perché può entrare solo in una dimora appositamente preparata per accoglierlo, una dimora purificata, santificata.
Ogni giorno, attraverso la meditazione e la preghiera, ma anche tramite tutti i nostri sentimenti, i nostri pensieri e le nostre azioni, dobbiamo edificare in noi una dimora fatta dei materiali più luminosi, affinché il fuoco – quell’invitato divino – riconoscendo in essa la propria quintessenza, ne sia irresistibilmente attratto… E quell’ospite divino non arriva da solo, ma giunge accompagnato da numerosi servitori: in quell’essere vengono ad abitare degli angeli come pure degli spiriti della natura sotto forma di doni, di qualità e virtù. Esteriormente, forse, egli non sarà cambiato, ma dentro di lui tutto sarà trasformato. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.