M’illumino….di un sentimento che senza essere sapienza…mette le sue radici

L’amicizia vera è rara e preziosa come una stella alpina.

A volte, irraggiungibile, è.

Alle volte, i ricordi ti investono la mente e tutto vorresti essere, al di fuori di dove ti trovi ora e alle volte anche una parola gentile, un gesto affettuoso, ti riporta indietro nel tempo e ti piacerebbe rivivere quell’atmosfera un po’ nebulosa che ti donan i ricordi.

È  il. Destino che si è preso una fetta dei tuoi anni.

La farfalla imprigionata ti assomiglia, ti rivedo nel.tuo bozzolo e non puoi uscire tu.

La sua voce non rifletteva più parole limpide e cristalline ma…favellava una lingua che non era la sua.

Seguiva menti contorte che del potere ne facevano un’arma per prevaricare i diritti dei più deboli.

La rivoluzione era cominciata e niente era, al confronto.di quella francese o illuminista.

Era stato come un virus che s’insidia dentro di noi senza che nessuno l’abbia cercato.

Fu lei che illuminò la sua mente facendole prendere coscienza delle lotte dei più deboli e dei soprusi dei potenti.

Aveva preso coscienza di se, del mondo che la circondava e stava imparando a lottare.

Scaturiscono azioni che ricalcando le orme di antiche tendenze popolari ti spingono a compiere gesti che a rituali magici assomigliano.

Sperano con questi gesti di allontanare la metaforica signora che nera si figura.

Un sogno, che ti vede protagonista  e

che sempre si affaccia nella mia mente è una lunga strada illuminata.

Un futuro radioso spalanca le sue porte a chi cerca una via, un pertugio per fare emergere la sua vera natura, che come forza dirompente esplode dentro di lui ed esce come onda magnetica, espandendosi tra la gente, per far parlare di sé

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.