« Dato che una chiesa o un tempio sono luoghi consacrati, nei quali moltitudini di persone sono già venute a raccogliersi, in essi troverete buone condizioni per pregare. L’essenziale, però, siete voi. Introducete in voi l’ordine, la purezza e la luce e, ovunque sarete, la vostra preghiera s’innalzerà fino al trono di Dio.
E così come non è necessario entrare in un luogo di culto per adorare Dio, alla stessa stregua non esiste necessariamente un preciso momento per farlo. Ogni religione ha scelto un giorno particolare riservato al culto, ma in realtà non esiste alcuna differenza fra i giorni. Agli occhi di Dio, tutti i giorni sono ugualmente sacri e benedetti. Trascorrere sei giorni in preoccupazioni e attività prosaiche, e il settimo giorno ricordarsi finalmente che Dio esiste e volgere lo sguardo verso di Lui, non ha alcun senso. In quale stato arriverete davanti a Lui se avete vissuto gli altri sei giorni nella negligenza e nell’incoscienza? Ciò che vivete il settimo giorno dipende dal modo in cui avete già vissuto gli altri sei. Dunque, per celebrare e adorare Dio, dobbiamo sentirci nel Suo tempio tutti i giorni e in tutti i luoghi. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.