« Noi siamo situati tra il mondo inferiore e il mondo superiore, e sta a noi deciderci e votare per il principio divino, per lo spirito. «Ma – direte voi – perché non è Lui a imporsi, dal momento che è onnipotente?». Anche il fuoco è onnipotente, può bruciare tutto, ma accendete una candela e osservate quanto è debole quella fiamma: si spegne al minimo soffio. Così come il fuoco, anche lo spirito è debole, e se non lo alimentate non può fare nulla. Ecco ciò che non avete ancora compreso. Voi rimanete in attesa contando sull’onnipotenza dello spirito, e dato che non fate niente per lasciarlo entrare in voi, ovviamente non accade nulla. Lo spirito è onnipotente in alto, ma qui sulla terra non può fare niente finché non gli date le condizioni indispensabili perché possa manifestarsi. Sta dunque a voi decidervi a dare la preminenza allo spirito. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov