« Dato che l’essere umano rappresenta un microcosmo, riflesso del macrocosmo, tutte le costellazioni esistono anche in lui. Ciascuna di esse è in relazione con una parte del suo corpo fisico, ma oltre a questo esse si ritrovano in lui anche sotto forma di tendenze e di tratti caratteriali. E così come nell’arco di un anno il sole percorre lo zodiaco, noi pure possiamo, con il nostro spirito, che è il nostro sole, percorrere le dodici costellazioni per poter beneficiare dei loro buoni influssi.
Le dodici costellazioni sono dunque l’Ariete: l’energia e l’audacia; il Toro: la tenacia e la pazienza; i Gemelli: le capacità intellettuali; il Cancro: la sensibilità e l’intuizione del mondo invisibile; il Leone: la generosità e la nobiltà; la Vergine: la purezza e il gusto dell’ordine; la Bilancia: l’equilibrio e l’armonia: lo Scorpione: la sublimazione delle energie; il Sagittario: lo slancio verso il mondo spirituale; il Capricorno: il dominio di sé e l’autorità; l’Acquario: l’universalità e la fratellanza; i Pesci: il sacrificio. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.