« Dio ha distribuito a tutti l’acqua, l’aria, il calore, la luce, e nel mondo sottile ha diffuso anche il prana, il telesma, l’akasha, il fohat e ogni genere di energie benefiche. Allora come mai tante persone si sentono povere e miserabili? Perché non sanno attirare e assorbire quegli elementi sottili. Pensano che la vita sia povera, che il Signore non abbia dato loro nulla. E invece sì, tutto viene distribuito, tutto è a disposizione di ogni creatura, però le creature sono deboli, pigre, limitate e vincolate. Ecco perché rimangono nella povertà: sono gli esseri umani stessi a limitarsi.
Prendiamo come esempio anche solo la nutrizione. Ci si accontenta di mangiare, di bere e di respirare, cioè di nutrirsi di elementi solidi, liquidi e gassosi, e si trascurano gli elementi ignei, il fuoco e la luce. Se l’umanità va a rotoli, è perché non si nutre correttamente. Per nutrirsi in modo appropriato si ha bisogno del quarto elemento, che è essenziale. Ecco perché è necessario andare al sorgere del sole per assorbire quel fuoco e quella luce distribuiti a profusione ogni mattina. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.