« Voi fate molte cose, e cose magnifiche, ma la vostra coscienza non è ancora sufficientemente illuminata per conoscere esattamente l’importanza di ciò che fate. Prendiamo un esempio. Prima dei pasti noi cantiamo per armonizzarci. Per il momento voi cantate per abitudine; certo, si vede che provate piacere nel cantare e che lo fate con tutto il cuore, però non siete ancora coscienti dell’influenza che quei canti possono avere sul cibo che vi accingete a prendere. Mangiare è un atto sacro, una cerimonia magica, e se cantate con la consapevolezza d’impregnare il cibo di particelle celesti, luminose, quel cibo avrà una migliore influenza su di voi: non solo contribuirà a mantenervi in salute, ma vi darà delle energie che vi permetteranno di agire nei piani sottili. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.