Maradona, la calciatrice spagnola rifiuta il minuto di silenzio “Uno stupratore”

Si è rifiutata di rispettare il minuto di Silenzio per il dio del calcio, e il gesto sta facendo il giro del mondo. La “colpevole” è Paula Dapena, calciatrice 24enne, che prima di una amichevole di calcio femminile spagnola, a La Coruña, ha rivolto le spalle sedendosi a terra durante il minuto di silenzio dedicato alla memoria di Maradona. “Per essere un grande giocatore devi essere anche un grande uomo e lui non lo è mai stato”, ha spiegato.

Paula, calciatrice del Viajes, ha aggiunto: “Mi sono rifiutata di mantenere quel minuto di silenzio per una persona che definisco stupratore, pedofilo, un putt*niere e molestatore e ho deciso di sedermi sul campo voltando le spalle. Ecco perché l’ho fatto”

La giovane calciatrice ha rincarato: “Per le vittime di violenza non è stato osservato un solo minuto di silenzio, quindi, ovviamente, non ero disposta a osservare un minuto di silenzio per un aggressore e non per le vittime”. La sua scelta, per quanto fondata, è destinata ad alimentare un fuoco di indignazione.

Oggi il miele sommerge Maradona. Ma Diego è stato un leader politico profondamente odiato

https://ift.tt/3fRd6fn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.