Un pensiero

« Immaginate di soffiare violentemente su un ramo fiorito: i petali voleranno via in tutte le direzioni, e di quell’ordinata struttura che costituiva tanta bellezza non rimarrà più niente. Ebbene, è ciò che fate anche voi quando vi lasciate andare alla collera, alla gelosia, alla cupidigia o alla sensualità: producete un soffio, una corrente che perturba la disposizione degli atomi e degli elettroni in voi, ed è la perturbazione di quell’organizzazione interiore che è all’origine delle malattie, psichiche o anche fisiche, e che vi allontana dal mondo spirituale.
Perciò, quando provate un turbamento, un malessere, dovete parlare così alle vostre cellule: «Suvvia, calmatevi. Vi invio onde di armonia e di amore… Siate obbedienti e riprendete il vostro lavoro». Non permettete mai che uno stato negativo s’ instauri in voi, ma cercate di rimediare immediatamente. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.