In Giappone puoi affittare un uomo che non fa nulla

In Giappone puoi affittare un uomo che non fa nulla

Quanti di voi desidererebbero ricevere un compenso per non fare praticamente nulla?

Questa bizzarra idea è venuta a un giovane giapponese, Shoji Morimoto, 37 anni, che vive a Tokyo e dal 2018 si offre “in affitto” per non fare nulla. Sì, avete capito bene. Niente.

Il ragazzo accetta le richieste delle persone attraverso il suo account Twitter, che ha accumulato oltre 260.000 follower: “Ti presterò una persona (cioè io) che non fa nulla“, si legge nella sua biografia.

Il ragazzo potrà svolgere solo pochissime mansioni: mangiare, bere e dare risposte semplici; il resto esula dalle sue competenze.

Morimoto è disposto a spostarsi ovunque. Ogni sessione costa 10.000 yen giapponesi (quasi 80 euro), più spese di trasporto e cibo.
Il ragazzo stima di aver ricevuto circa 3.000 richieste dall’inizio della sua attività, incontrando solitamente due o tre clienti in un giorno. In genere, trascorre dalle due alle tre ore con ogni persona, ma Morimoto ha detto che non ci sono limiti di tempo.

Durante i servizi, accompagno i miei clienti in qualunque cosa abbiano bisogno di me. Rispondo alle loro domande, le ascolto, annuisco quando necessario “, ha detto Morimoto a VICE. “All’inizio è stato un pò imbarazzante, ma, col tempo mi ci sono abituato.

La gente lo affitta per vari motivi, ha dichiarato, ma la maggior parte è annoiata o sola: vuole semplicemente essere ascoltata o trascorrere qualche ora in compagnia.

Il giovane è stato assunto per le più svariate motivazioni: un semplice pranzo, per posare per foto su Instagram, accompagnare qualcuno che chiede il divorzio, catturare farfalle nel parco e ascoltare gli operatori sanitari alle prese con il proprio lavoro.

La sua storia è così particolare che ha addirittura ispirato una serie televisiva, Rental Nan mo Shinai Hito o “Rent-a-Person Who Does Nothing“.

E voi sareste disposti ad affittare una persona per combattere la solitudine?

Fonte: Vice.com

Leggi anche:
Il “business della solitudine”: con la pandemia aumenta la richiesta di fidanzati in affitto, robot e cam performance
In Belgio arriva il “compagno di coccole” per combattere la solitudine da quarantena
Come gestire la solitudine in isolamento?

https://ift.tt/39apVzW

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.