Antartide: scoperte creature viventi sotto 900 metri di ghiaccio!

Antartide animali 900

La scoperta scuote le convinzioni scientifiche sulle possibilità di vita di organismi in ambienti estremi, lontano dalla luce solare.

“Durante lo scavo della barriera di ghiaccio Filchner-Ronne di 900 metri di profondità in Antartide, i ricercatori hanno scoperto per caso strane creature che vivono su una roccia sotto il continente ghiacciato”, riferisce il sito Cnet.

Per osservare i fondali marini, gli scienziati del British Antarctic Survey avevano immerso una telecamera in un foro che avevano praticato nel ghiaccio.

Con loro grande sorpresa il filmato ha rivelato la presenza di quelle che sembrano essere 16 spugne, insieme a 22 animali non identificati che potrebbero includere dei crostacei. “Questa è la prima volta che scopriamo questo tipo di corpi, immobili sotto la calotta glaciale dell’Antartide” , sottolinea la rivista New Scientist.

British Antarctic Survey

Nel video inglese qui sopra, Huw Griffiths, un biologo del British AntarcticSurvey, spiega quanto questa scoperta – descritta per Lac prima volta sulla rivista  Frontiers in Marine Science – sia eccezionale e svela le immagini della spedizione.

“In base alle conoscenze disponibili finora, in teoria tali organismi non dovrebbero essere presenti a 900 metri sotto il ghiaccio” , ha detto il biologo a New Scientist. In particolare perché a questa profondità e sotto questo spessore di ghiaccio i raggi del sole non arrivano e la fotosintesi è impossibile. Huw Griffiths ipotizza che queste creature sopravvivano grazie ai nutrienti trasportati nell’acqua.

Studiando come [questi animali] si sono adattati al loro ambiente ghiacciato avremo informazioni sull’evoluzione della vita durante il cosiddetto periodo della “Terra palla di neve”, milioni di anni durante i quali il nostro pianeta è stato coperto completamente dal ghiaccio”, si augura il New Scientist, come viene raccontato in quest’altro video.

New Scientist

Foto copertina di Long Ma

https://ift.tt/2MkzzHC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.